Lavaggio impianto di riscaldamento

Pompa lavaggio con filtro
Pompa lavaggio con filtro

Come posso capire quando c’è la necessità di fare un lavaggio all’impianto di riscaldamento?

Tra i primi sintomi che possiamo riscontrare nel funzionamento non corretto del riscaldamento, potrebbero essere i seguenti:

  • La difficoltà a raggiungere la temperatura impostata,
  • La caldaia che funziona sempre,
  • I radiatori quasi freddi.

In questi casi chiameremo un tecnico per risolvere il problema.

Possiamo effettuare un controllo personalmente per vedere se l’impianto è bisognoso di cure, prendendo una bottiglia possibilmente trasparente, mettiamo in funzione il riscaldamento, cioè le pompe dovranno far circolare l’acqua nei circuiti, e da una valvola dei radiatori preleveremo l’acqua di riscaldamento.

Se il contenuto della stessa si presenterà molto torbido e si formeranno dei depositi, avremo una conferma che l’impianto va pulito con un trattamento di lavaggio.

 

Posso rovinare l’impianto?

La pulizia non mette a repentaglio l’impianto di riscaldamento, in quanto non usa prodotti acidi. Uno specialista per prima cosa preleva l’acqua contenuta nell’impianto, ne controlla la composizione, ed inizia il lavaggio con il giusto prodotto, poiché gli impianti non sono uguali, radiatori e tubi in ferro, a pavimento con  tubazione in plastica…

Solitamente i prodotti contengono sciogli fanghi e protettivi per l’impianto e durante il lavaggio il PH  è superiore al 7 e non è aggressivo.

La causa più frequente negli impianti è la presenza di ferro che, abbinato al calcare, riesce a formare uno strato di sporco riducendo di molto il funzionamento ed aumentando il consumo.

 

Devo controllare il riscaldamento?

Solitamente, le persone che fanno eseguire il lavaggio impianto riscaldamento attraverso una pompa specifica per la pulizia, affermano: mi sembra di avere un’altro impianto.

Il che potrebbe essere vero, perchè la rimozione dello sporco riattiva in pieno la sua funzione.

Basta termosifoni freddi nella parte bassa, il riscaldamento a pavimento con zone fredde, l’acqua dell’impianto sporca e carica di sedimenti, tutto questo si ottiene con le corrette procedure di lavaggio.
Una norma prevede il trattamento dell’acqua nel riscaldamento. Come e quando fare i controlli.

Un attento manutentore, esegue un controllo sull’acqua potabile almeno una volta l’anno, e sul riscaldamento ogni due anni, verificando soprattutto PH – Conducibilità – Molibdeno.

 

Maggiori protezioni all’impianto

Per mantenere in ordine il riscaldamento, non è sufficiente fare la pulizia ed il controllo dell’acqua di riscaldamento, ma dovranno essere presenti dei componenti che prevengono la formazione di sporco nello stesso.

Su ogni impianto è importante sia presente:

  • un defangatore magnetico che trattiene le particelle di ferro circolanti nell’impianto.
  • Un dosatore polifosfati che, grazie alla sua azione di non far precipitare i sali di calcio e magnesio, evita la formazione del calcare.

Termoidraulica Ceron, tecnico specializzato e consulente su azioni di lavaggio e pulizia impianto riscaldamento.

Abbiamo le competenze e la formazione come Centro Assistenza Facot TEMIT