ACQUA SPORCA

impianto incrostato
impianto incrostato

A volte l’acqua può cambiare colore, da trasparente limpida la troviamo che ci esce dal rubinetto di un colore acqua gialla, addirittura acqua rossa. In questi casi la nostra acqua non è assolutamente pura ma, carica di sostanze che ne alterano la limpidezza e potabilità. Come può succedere che la nostra acqua cambi colore, le cause più comuni possono esere ricercate dentro il nostro impianto.

COME PULIRE L’ACQUA SPORCA

Il primo accertamento è quello di verificare se abbiamo un sistema di filtrazione, che possa trattenere le impurità che potrebbero arrivare dal servizio pubblico. Seconda operazione, installare un addolcitore, che riduce la durezza dell’acqua, ed elimina il calcare, mantiene pulito il nostro impianto idraulico, per ultimo dobbiamo pensare di proteggere la caldaia prima che si intasi di incrostazioni lo scambiatore di acqua calda, e comprometta il rendimento.

LAVAGGIO IMPIANTO

Purtroppo oramai il nostro impianto è sporco di incrostazioni calcare, ferrose, ed esce poca acqua dai rubinetti. Nulla è perduto, certamente dobbiamo provedere a cambiare i tubi, rompendo i muri e pavimenti. Ma forse la soluzione c’è! Il lavaggio impianto, che come si sente dire è un lavaggio chimico, ma non è nulla di vero, va eseguito con la circolazione forzata nel circuito dei tubi, in contro corrente, ed utilizzoando un sistema di suflazione, il risultato sarà ottimo.

CENTRO ASSISTENZA

tubi incrostati
incrostazioni da acqua

Potrebbe diventare un problema risolvibile l’acqua sporca che esce dai rubinetti, e con poca pressione. Da molto tempo eseguiamo interventi in qualità di artigiani specializzati con prodotti certificati, per eliminare quelle problematiche che affliggono alcune zone del nostro territorio, con lavaggi su impianti di riscaldamento, e tubi zincati vecchi ed incrostati con lavaggi specializzati, supportati in qualità di CENTRO ASSISTENZA FACOT.

Il nostro esperto GIORGIO Tel 3351303440

Condividi sui Social...Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin